Carosello video. Il racconto di questa settimana filmato dopo filmato

Una selezione di video raccolti dalla rete, pensata per approfondire gli eventi degli ultimi giorni.

 

Carosello video. Il racconto di questa settimana filmato dopo filmato

COME GIRA IL MONDO?

Dopo quattro mesi di processo, il Senato brasiliano ha votato l'impeachment definitivo contro Dilma Rousseff. Il presidente brasiliano è stato sospeso dall’incarico per 180 giorni con l’accusa di aver manipolato le finanze statali per nascondere il deficit durante la campagna elettorale del 2014. Ma da dove nasce la “Tangentopoli” brasiliana? Cosa ci si deve aspettare dall’ormai ex “tigre” sudamericana, diventata tartaruga? Un lungo dibattito (in due parti) su France 24 analizza i diversi scenari futuri. 

 



 

Mentre su Bloomberg, Bill Gross, gestore del fondo Janus Capital, discute le implicazioni economiche dell’impeachment. “Per i mercati sarà il segno che le cose non sono risolte ma potranno andare meglio – peggio di così è difficile. Anche se personalmente credo che il Brasile sia ancora in una posizione di svantaggio dovuta ad esempio all’urgenza di una riforma pensionistica e alla scarsità di infrastrutture”, spiega Gross.

 



 

Il canale ufficiale dello Stato islamico, Amaq, ha annunciato la morte di Abu Muhammad al Adnani, il numero due del gruppo islamista dopo il califfo. Al Adnani, ucciso in un raid americano (di cui però Mosca rivendica la paternità) oltre a essere il portavoce dello Stato islamico, era anche il capo dell'Amni, il servizio di intelligence dell'Isis che si occupa delle stragi all'estero, Bruxelles e Parigi incluse. Le immagini esclusive nel video che abbiamo realizzato sono dell'archivio di Daniele Raineri.

 


 


 

Si è entrati nel vivo del grande match tra la Commissione europea ed Apple. Sul ring sono volati pugni feroci: l’Europa vuole che l’azienda di Cupertino restituisca 13 miliardi di euro di tasse non pagate all’Irlanda, dove la società ha la sede europea. Un fendente senza precedenti alle aziende della Silicon Valley. Tim Cook incassa, prepara il ricorso e minaccia: la decisione potrebbe avere un “effetto profondo e negativo sugli investimenti e sulla creazione di posti di lavoro in Europa”. Per capire da dove inizia la vicenda, abbiamo preparato questo video.

 


 


 

A proposito di scontri e capitomboli, in Spagna si corre la Vuelta e il più giovane dei tre grandi giri di ciclismo su strada ne ha regalate di belle. Tutto in presa diretta, registrato dalle telecamere GoPro "di bordo", montate sulle bici. Fortunatamente queste non hanno causato danni seri ai ciclisti, com'era successo la settimana precedente all'olandese Steven Kruijswijk: il corridore della LottoNl-Jumbo si era schiantato a 50 all'ora contro un paletto spartitraffico. C'è un problema sicurezza in Spagna? No, ma gli organizzatori troppo spesso inadeguati a una manifestazione di tale importanza.

 



 

È L’ECONOMIA BABY
Shira Ovide su Bloomberg spiega come mai Spotify, la app svedese che offre musica in streaming on demand, ci stia rimettendo dopo aver scelto un modello di business basato su un unico prezzo fisso (dieci dollari al mese). “Spotify rappresenta circa il 10 per cento dell’industria musicale e ha il supporto di molte etichette. Potrebbe provare a sperimentare prezzi differenziati. Ad esempio, se un fan vuole ascoltare solo un certo genere potrebbe pagare 4, 5 dollari al mese solo per quello. Come nella tv via cavo. I giovani in particolare sarebbero motivati da un modello simile”. Ovide sostiene che il problema di Spotify, come mostra un interessante grafico alla fine del video, sia che “il 70 per cento circa dei profitti viene risucchiato dalle etichette discografiche. Non possono sostenere questo modello di business”.

 



 

A parecchi hedge fund internazionali piacerebbe fare shopping di fondi immobiliari italiani, che sono venduti a prezzi scontatissimi. Ma l'ostacolo per chiudere l’affare, sostiene Miles Johnson del Financial Times, sono i pensionati italiani, riluttanti a vendere le loro azioni.

 



 

SCIENZA E TECNOLOGIA

Nel valutare quali beni siano migliori e più importanti, siamo pregiudizievoli verso quelli che costano poco. Viceversa, siamo attratti dagli oggetti costosi, per ragioni che non sempre reggono a un esame di realtà. The School of Life spiega in questa animazione come mai il nostro cervello funziona così. A partire dagli ananas.

 



 

È  ancora un approccio sperimentale, ma i sostenitori dicono che la realtà virtuale può aiutare nel trattamento di numerosi disturbi, dal dolore cronico al morbo di Alzheimer, dall’aracnofobia alla depressione. Il giornalista Ian King di Bloomberg ha visitato l’ospedale Cedars-Sinai a Los Angeles, dove un medico sta testando il nuovo uso della realtà aumentata in un programma pilota.

 



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi