Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E per i vent'anni del Foglio in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola
Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

 

 

 


 

 

Sulle spalle di Atlante - Nato dal nulla come il mitologico titano, il Fondo di salvataggio controlla già due banche. Potrebbe fare di più ma un esercito di locuste gli sbarra la strada. La partita Mps – di Stefano Cingolani

 

L’abisso e la fede - “Il Diavolo con i suoi artigli mi ha condotto verso Dio”. Huysmans e la crisi della modernità (fino a Houellebecq). In libreria “L’oblato” – di Roberto Persico

 

Il postino del gulag - Al cinema tripudio di agiografie di Neruda. Ma è scomparso il bardo che cantava le galere sovietiche – di Giulio Meotti

 

Il mito di Cefalonia - Il più grande massacro di soldati italiani a opera dei nazisti tra propaganda antifascista e strategia flop. Un nuovo libro – di Guido Pescosolido

 

Il libro è morto ma è risorto - Perché gli ebook non riescono ancora a soppiantare i volumi di carta? E’ una questione di tecnologia – di Eugenio Cau

 

Il rigore dei fiori - Visto a Parigi. Intransigente e solitario, moderno suo malgrado, Fantin-Latour dipingeva nature morte e amici. E tanti autoritratti – di Marina Valensise

 

L’ironia della messa in posa - Visti a Roma: Gilbert & George, a settant’anni la coppia più irriverente e innovativa dell’arte inglese – di Giuseppe Fantasia

 

Il porno che ti affloscia - Era facile una volta accendere il desiderio. Oggi il web è solo il cimitero di ogni cultura del proibito – di Rubina Mendola

 

L’essere e il bar - Tutto era iniziato nel 1930 con un cocktail all’albicocca per tre: Aron, Sartre e De Beauvoir. L’esistenzialismo al tempo della Rive Gauche – di Giuseppe Marcenaro

 

Eccentrica vestale - La riscoperta di Paola Masino, che non è stata solo l’eterna compagna di Bontempelli. In libreria il suo romanzo più cupo e affascinante – di Sandra Petrignani

 

La caduta dei principi azzurri - Hollywood li crea, il matrimonio li distrugge. Non solo Brad Pitt: da Mel Gibson a Tom Cruise, ecco i divi colpiti dal disonore. E quelli che comunque sono risorti – di Tiziana Della Rocca

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi