Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E per i vent'anni del Foglio in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola
Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E per i vent'anni del Foglio in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola (e che potete scaricare qui dalla mezzanotte di venerdì)

 


 

 

La gabbia delle stelle - Le parole che imprigionano il M5s nella torre in cui si è rinchiuso e senza le quali diventa altro da sé. I drammi politici del primo autunno grillino orfano di Casaleggio. Un catalogo – di Marianna Rizzini

 

Il tasso della Mongolia - Crolla di colpo un paese cresciuto a ritmi vertiginosi. Anche nel debito. I contraccolpi di una bolla – di Stefano Cingolani

 

Il carcere utile - Lo studio, il lavoro. Perché una detenzione rieducativa conviene a tutti, buoni e cattivi. Parla Consolo, capo dell’amministrazione penitenziaria – di Riccardo Lo Verso

 

E l’Italia morì - Nel 1995 è iniziato il nostro suicidio demografico. Ma tutti, tranne gli inascolati vescovi, erano in preda a una soddisfatta insipienza – di Giulio Meotti

 

Dove Cristo è risorto - Le religioni muoiono, ma il cattolicesimo sopravvivrà alle Cassandre. Meno europeo e più globale – di Matteo Matzuzzi

 

Viaggio nelle memorie degli Asburgo - Tra Sissi e Franz Joseph com’è viva la Vienna che fu - Dalla residenza estiva di Schönbrunn alla Hofburg, la reggia urbana con il museo dedicato all’imperatrice, trionfo del kitsch, passando per l’infinito museo del mobile. L’Austria ricorda l’Ultimo Imperatore a cento anni dalla morte – di Michele Masneri

 

Camurri con vista - Ritratto innamorato di una tivù pop ma con molta bibliografia. Che cosa c’è dietro al successo di un filosofo dell’entusiasmo – di Alessandro Giuli

 

La forza della malattia - Né bugie né piagnistei. L’orgoglio di Katherine Mansfield e Susan Sontag. Tutto l’opposto di Hillary Clinton – di Simonetta Sciandivasci

 

La mano visibile - Felix Morley non temette di paragonare Roosevelt a Marx, e descrisse l’ombra lunga del New Deal su tutto il XX secolo – di Antonio Donno

 

Madrid solitaria y final - Dopo un anno e mezzo di governo della capitale, che fine ha fatto il trionfalismo di Podemos e della sindaca Manuela Carmena? Cronaca di un piccolo grande tonfo – di Eugenio Cau

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi