Tutto Pannella, a parole sue. Uno speciale nel Foglio di oggi

Il leader radicale era un politico "orale" per scelta, si vantava di aver scritto soltanto ciclostilati, volantini, appelli tutt'al più. Nel Foglio, però, vi proponiamo uno speciale di quattro pagine con testi – noti e meno noti – firmati da lui.
Tutto Pannella, a parole sue. Uno speciale nel Foglio di oggi

Marco Pannella (foto LaPresse)

Non solo diritti civili e scioperi della fame. La memoria "selettiva" vista all'opera dopo la scomparsa di Marco Pannella, avvenuta lo scorso 19 maggio, non rende giustizia di una storia complessa e spesso ultilmente scandalosa come quella del "mulo abruzzese" fattosi liberale e radicale.

 

Pannella era un politico "orale" per scelta, si vantava di aver scritto soltanto ciclostilati, volantini, appelli tutt'al più. Nel Foglio di giovedì 2 giugno, però, vi proponiamo uno speciale di quattro pagine con testi – noti e meno noti – firmati dal leader radicale.

 

I temi trattati? Dal dialogo con la sinistra comunista alla giustizia giusta, dalla rivoluzione liberale al possibile Terzo Stato delle partite Iva e dei giovani disoccupati, dal programma liberista alle campagne su Israele, dal federalismo europeo alla nonviolenza.

 

Qui il direttore Claudio Cerasa, intervistato da Radio Radicale, spiega il senso dello speciale fogliante di domani

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi