Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i fine weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E per i vent'anni del Foglio in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola
Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Alphonse Mucha

Come tutti i fine weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E per i vent'anni del Foglio in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola (e che potete scaricare qui dalla mezzanotte del venerdì)

 


 

 

 

Noi figli delle stelle - Oggi possiamo spiegare com’è nata la vita, anche se la realtà, avvertiva un grande fisico, è quella che decidiamo di vedere. Il caso e la necessità, ipotesi diverse sull’universo - Il nostro corpo e tutte le cose che ci circondano sono fatti degli atomi sparsi nel cosmo dall’esplosione di una stella. Cinque miliardi di anni fa – di Umberto Minopoli

 

La grande isteria - Tutto quello che non si può più dire nelle università americane: la mania del politicamente corretto in un libro sulla “chiusura della mente liberal” – di Giulio Meotti

 

Il più buono dei buoni - E’ il famoso “fruttifero”. Con il quale le Poste pescano allegramente lì dove le banche arrancano – di Stefano Cingolani

 

Il prezzo della pace - La Prima Guerra mondiale non impose solo un costo in termini di vite. I contraccolpi economici e la nascita dello stato imprenditore – di Guido Pescosolido

 

L’esilio di un piccolo Papa - E’ il patriarca dei greco-ortodossi di Costantinopoli. Costretti alla diaspora da due opposti nazionalismi – di Matteo Matzuzzi

 

Quando non era ancora StendhalMonsieur Henri Beyle, uno spaccone innamorato di se stesso - Aveva ottenuto qualche incarico nella burocrazia militare e si dava alla bella vita tra la Francia e l’Italia, finché non lo prese il demone della scrittura. Ritratto dell’autore del “Rosso e il Nero” da giovane: le sue lettere ora anche in italiano – di Giuseppe Marcenaro

 

Un selfie con la mia vita - Santanché, Bruni-Tedeschi, Schillaci, Maionchi. Dilaga la moda dell’autobiografia come un’istantanea – di Marianna Rizzini

 

La cattiva strada - Non solo Almirante. Dal Foro Mussolini alla mozione per “via Rosa Berlusconi”, a destra la toponomastica è un pretesto per farsi male – di Alessandro Giuli

 

Vigilissimi vigili - Storie di disamore romano: perché multano e perché non si vedono, con il sindaco e con l’opposizione. E adesso la guerra alla doppia fila – di Michele Masneri

 

Nuovo Cinema Mancuso – Tutti i migliori film che trovate nelle sale cinematografiche visti e recensiti per voi da Mariarosa Mancuso

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi