L'inchiesta Consip ha prodotto più reati di quanti ne ha scoperti

Il pm Woodcock e la giornalista Sciarelli sono indagati. Da quando il fascicolo è passato alla procura di Roma emergono continuamente illeciti e presunti reati

Luciano Capone

Email:

capone@ilfoglio.it

Loading the player...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    27 Giugno 2017 - 19:07

    E' esemplare il caso Consip ,ecco come le procure creano colpevoli che poi sopravvissuti alla gogna dell'oggi nel tempo fine gogna mai.

    Report

    Rispondi

Servizi