A Napoli "fatti gravi", ma il Csm non interviene sul caso Consip

Il supremo organo di autogoverno della magistratura si è espresso: va tutto bene

A Napoli "fatti gravi", ma il Csm non interviene sul caso Consip

Foto Lapresse

Roma. Il supremo organo di autogoverno della magistratura si è espresso: va tutto bene, madama la marchesa. Non esiste problema alcuno, beaucoup de bruit pour rien. Dopo che il Guardasigilli Orlando ha chiarito che “non tocca al Csm intervenire”, dopo che il presidente dell’Anm Albamonte sulle pagine di Repubblica ha lanciato il suo monito, “il Csm non intervenga”, dopo che il pm partenopeo Woodcock, sempre su Rep, ha definito il collega Paolo Ielo un “amico”… finalmente il Csm, attraverso il...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • mauro

    20 Aprile 2017 - 12:12

    Cane non mangia cane. Anche se tra loro si mordomo.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    20 Aprile 2017 - 10:10

    Continuo a scrivere che il ministro Orlando è appiattito su le posizioni dell'Anm. Mala tempora currunt.

    Report

    Rispondi

Servizi