Game of Saud

Da due anni Bin Salman prepara la resa dei conti con i poteri forti: imam, business e intelligence. Le manovre, approvate dai trumpiani, per fare fuori con (poca) discrezione gli ostacoli

Game of Saud

Mohammed Bin Salman quando era ministro della Difesa (LaPresse)

Roma. L’erede al trono saudita Mohammed bin Salman ha preso di mira i tre settori che sbarravano la strada verso il controllo del regno e verso la realizzazione del suo piano ambizioso di riforme: la casta religiosa, il mondo del business e i servizi di sicurezza. Questi ultimi sono da sempre spezzettati e sparpagliati tra i principi, in modo da creare di fatto un sistema di bilanciamento interno: nessuno ha, anzi nessuno aveva, la quota di maggioranza. Ma Bin Salman,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi