Cina, occhio al Congresso

La Cina vuole essere un’alternativa all’occidente, e già riempie i nostri vuoti

Occhio al Congresso

Foto LaPresse

I giochi di potere si fanno sempre più evidenti, in Cina, dove tra una settimana esatta andrà in scena il diciannovesimo Congresso del Partito comunista, il più importante momento politico della potenza asiatica, che si celebra ogni cinque anni. Non solo: cinque dei sette membri del Comitato permanente andranno in pensione e dovrebbero essere sostituiti, e così, durante il Congresso, si capirà chi saranno i funzionari che faranno muovere la macchina politica cinese per i prossimi cinque anni. Impossibile capire...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi