Bannon ha un piano più trumpiano di Trump per il 2018

Attaccare tutti i senatori in cerca di rielezione: l'offensiva dell'ex stratega per completare la rivoluzione del Tea Party

Mattia Ferraresi

Email:

ferraresi@ilfoglio.it

Bannon ha un piano più trumpiano di Trump per il 2018

Steve Bannon (foto LaPresse)

New York. Steve Bannon non ha mai temuto di abusare delle metafore belliche nei suoi proclami, e il lancio di una campagna per l’assalto, da destra, dei senatori repubblicani è l’occasione immancabile per rinverdire dichiarazioni di guerra: “C’è una coalizione che si sta formando per contrastare ogni repubblicano in cerca di rielezione eccetto Ted Cruz. Stiamo dichiarando guerra all’establishment repubblicano che non sostiene l’agenda di Trump. Nessuno è al sicuro. Siamo alle costole di ognuno di questi. E vinceremo”, ha...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • branzanti

    12 Ottobre 2017 - 12:12

    Il progetto è chiaro ed intende trasformare il paese in una dittatura nazistoide in salsa torquemadista. Se dovesse riuscire (e gli americani non brillano per acume quindi...) state alla larga dagli Usa potrebbe non bastare per evitare guai seri.

    Report

    Rispondi

Servizi