La May viene a Firenze per dire che fa sul serio con la Brexit

“Transizione” e “status quo” sono diventate le parole chiave per addolcire il divorzio di cui nessuno conosce il costo

La May viene a Firenze per dire che fa sul serio con la Brexit

Foto LaPresse

Pontignano (Siena). Il premier britannico, Theresa May, arriva venerdì prossimo a Firenze per il suo discorso sulla “visione” della Brexit, e le aspettative sono molto alte. Alla certosa di Pontignano, nelle colline senesi, dove si tiene l’annuale convegno anglo-italiano organizzato dal British Council e dall’ambasciata britannica in Italia – siamo arrivati alla venticinquesima edizione, e i veterani raccontano aneddoti sfiziosi sugli incontri del passato, agli esordi c’era il Trattato di Maastricht nei discorsi di tutti, oggi c’è la Brexit, quanto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi