Esplosione nella metropolitana di Londra: per la polizia è terrorismo

Fiamme su un treno nei pressi di Parsons Green causate forse da un ordigno rudimentale. Almeno 22 persone ferite in modo lieve. May riunisce la commissione di emergenza Cobra

Esplosione nella metropolitana di Londra: per la polizia è terrorismo

Forse speciali in azione nei pressi della fermata metro di Parsons Green (foto LaPresse)

[Aggiornato alle 16.20] Questa mattina, intorno alle 8,30, c'è stata un'esplosione nella metropolitana di Londra, nei pressi di Parsons Green lungo la District Line, a sud ovest della città. La polizia metropolitana ha avviato le indagini su quello che definisce un atto terroristico. Medici e ambulanze sono intervenuti sul luogo dell'evento e hanno ricoverato 19 passeggeri rimasti lievemente feriti con bruciature al volto. Altre tre persone si sono recate negli ospedali della città nelle ore successive, portando a 22 il totale delle persone ferite. Le fiamme si sono propagate dalla carrozza di un treno e i testimoni hanno riferito di scene di panico tra coloro che viaggiavano sul vagone.

 

Scotland Yard, che conduce le indagini, sospetta che si tratti di un ordigno artigianale (Improvised Explosive Device) forse a base di ammoniaca o di altri agenti chimici e che sia esploso solo parzialmente, lasciando intendere che le conseguenze sarebbero potute essere ancora più letali. Una foto condivisa su Twitter mostra un secchio bianco avvolto da un sacchetto di un supermercato da cui si alza una piccola fiamma e con dei fili collegati. Mark Rowley, vice commissario della polizia metropolitana, ha detto che sono in corso molti interrogatori e ha invitato chiunque abbia a disposizione foto o filmati rilevanti per le indagini ad avvisare le forze di sicurezza.

 

Il premier Theresa May ha convocato per questo pomeriggio una riunione straordinaria del Cobra, la commissione di sicurezza britannica, per fare un punto sull'accaduto. Al termine della riunione la May ha confermato che l'ordigno era stato progettato per causare danni peggiori e ha detto che il Cobra ha ritenuto di non aumentare l'allerta terrorismo al livello critico, misura che sarà presa in considerazione solo in caso di pericolo per altri attacchi imminenti. "La minaccia di terrorismo rimane grave, ma lavorando insieme li sconfiggeremo", ha aggiunto. Anche il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha condannato il gesto di "coloro che tentano di usare il terrore per cambiare il nostro modo di vivere" e ha parlato di "caccia all'uomo", descrivendo le operazioni in corso a Londra. 

 

Da marzo di quest'anno nel Regno Unito sono stati rivendicati già tre attentati dallo Stato islamico. Secondo le forze di sicurezza britanniche, le indagini condotte hanno permesso di sventare altri sei attacchi terroristici quest'anno. A giugno invece un altro attentato è stato di matrice politica, rivendicato dall'estrema destra. Dagli attacchi di Londra e Manchester e oggi gli arresti di soggetti sospettati di avere compiuto o di progettare atti terroristici sono aumentati del 68 per cento.  

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi