Così in Germania è cresciuta la propaganda anti Merkel

Da quando sono arrivati i “trumpiani” in soccorso, l’AfD si è ringalluzzita. L’ultimo atto della campagna e il ruolo dei colossi di internet

Così in Germania è cresciuta la propaganda anti Merkel

Foto LaPresse

Milano. Tre dipendenti della società texana di pr Harris Media si presentano ogni mattina alle 8 negli uffici dell’Alternative für Deutschland (AfD), partito euroscettico e anti immigrazione tedesco. Mettono musica grunge a volume alto – ha raccontato lo Spiegel – e introducono “priority meetings” nelle agende di chi lavora per la campagna elettorale dell’AfD per impostare gli slogan da far circolare sul web: hanno a disposizione “larga parte” dei tre milioni di euro di budget raccolti dal partito. La Harris...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • adebenedetti

    15 Settembre 2017 - 15:03

    CVD non mi stupisco della sua censura. Flaiano diceva: I fascisti sono di due categorie. 1) I fascisti veri e propri 2) Gli antifascisti. Lei fa parte dellla seconda categoria o tipo di fascisti.

    Report

    Rispondi

Servizi