Immigrazione: al cuor si comanda

Dalla Cei un sì a Minniti. Ora contro l’estremismo umanitario serve l’Europa

Claudio Cerasa

Email:

cerasa@ilfoglio.it

Immigrazione: al cuor si comanda

Operazione di salvataggio di migranti al largo della costa libica (foto LaPresse)

Nel corso della giornata di ieri sono arrivate tre notizie importanti che riguardano uno dei dossier politici che negli ultimi mesi ha riscaldato il nostro paese persino più di Lucifero: l’approccio alla gestione dei migranti. La prima notizia, significativa, è che anche all’interno della chiesa, dopo un lungo silenzio, c’è chi ha scelto di ribellarsi con pragmatismo alla fuffa e alla truffa dell’estremismo umanitario. E la voce registrata ieri è una voce importante: quella del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    11 Agosto 2017 - 08:08

    Bon. A questo mondo si va deviando e sbandando di continuo da un estremo all'altro, per questo splende sempre aurea quanto ardua la massima latina "in medio stat virtus". Forse ora siamo sul fortunato punto di passaggio d'equilibrio? Speriamo di rimanervi e così poter andare avanti, finalmente.

    Report

    Rispondi

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    11 Agosto 2017 - 01:01

    Minniti è un leghista honoris causa (per me è un complimento), in un partito, il PD, che si è deciso a fare qualcosa solo in vista delle elezioni. Ricordo bene come definì l'ex caro premier tutti quelli (praticamente il centro-destra al completo) che criticavano la non gestione dell'immigrazione clandestina: bestie. Diamo il benvenuto ai piddini allo zoo.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    11 Agosto 2017 - 00:12

    Al direttore - E' dura opporsi all'imbecillità un tanto al chilo, figuriamoci se diventa "imbecillità umanitaria" Ma non c'è aggettivo qualificativo che possa annullare l'autentico significato del sostantivo. "Ogni imbecille tollerato è un'arma regalata al nemico." (Mino Maccari)

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    10 Agosto 2017 - 23:11

    Caro Cerasa, intendevo come al solito commentare con un breve post il suo articolo. Lei ha sintetizzato quel che volevo dire con poche parole :" governare senza retorica umanitarista il flusso dei migranti".E' cosa che produce dissenso anche fra due persone capaci e perbene come Minniti e Delrio, ma e' la cosa giusta.

    Report

    Rispondi

Servizi