Perché quelle foto con Maduro perseguiteranno Papa Francesco

Il Pontefice si è tenuto alla larga dalla questione Venezuela, Parolin ha messo una pezza troppo tardi. Il regime ne approfitta

Perché quelle foto con Maduro perseguiteranno Papa Francesco
Le immagini che lo ritraggono insieme a Nicolás Maduro perseguiteranno a lungo papa Francesco: quelle festose dell’udienza del 2014, concluse con una benedizione davanti ai flash dei fotografi; quelle in Bolivia nel 2015, dove Maduro volle unirsi in un abbraccio al Papa dei governi bolivariani; e la breve e discussa visita in Vaticano del 24 ottobre 2016, dove di fare foto non era più aria e Francesco spalancò le porte del “dialogo” tra governo e opposizione: dialogo durato giusto il...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    10 Agosto 2017 - 12:12

    Bergoglio è un papa molto stravagante. Sono certo che vedrà con interesse la prossima elezione di Miss BumBum in Brasile.

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    10 Agosto 2017 - 07:07

    Se e' per questo Papà Francesco ha pure ricevuto in gran pompa Maradona, che ha tatuato il ritratto di Che Guevara e non perde occasione per inneggiare a Maduro ed a tutti i rivoluzionari sudamericani che hanno portato in breve quei popoli alla miseria e alla guerra civile. A Maduro inneggia da noi pure il sindaco di Napoli De Magistris, che infatti ha di recente in gran pompa concesso la cittadinanza onoraria a Maradona, chavista ancorché accusato d'evasione fiscale. Pure a Napoli a stare alle cronache la gente ogni tanto si ammazza per le strade e prende a calci poliziotti e militari guardiani della legalità. Non e' che per caso Papa Francesco abbia ricevuto con tutti gli onori pure il sindaco De Magistris e gli abbia pure concesso un selfie? Nota politica: De Magistris, come la Raggi, e' stato eletto dopo i disastri di amministrazioni governate da Pd e sinistra. Chi semina vento raccoglie tempesta, non solo in Vaticano, Dio si vergogna del governo, scrive Avvenire della CEI.

    Report

    Rispondi

Servizi