I salafiti di Haftar

Al generalissimo libico di Bengasi piacciono i duri islamisti, ma devono essere molto alleati con lui

Gli alleati di Haftar, il grand jury di Mueller e Cannibal Messi. Di cosa parlare stasera a cena

Il generale Khalifa Haftar

Roma. C’è un fraintendimento a proposito del feldmaresciallo libico Khalifa Haftar, che la settimana scorsa ha minacciato di bombardare le navi italiane al largo di Tripoli. Crediamo che Haftar sia il solito uomo forte arabo in guerra contro gli islamisti, ma la situazione non è così: è vero che Haftar lotta contro un tipo di islamisti, ma abbraccia allo stesso tempo un altro tipo di islamisti (abbraccia nel senso che li favorisce, ne riceve appoggio e intrattiene con loro un’alleanza...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gbvargiu

    08 Agosto 2017 - 16:04

    Spett. Redazione, mio scuserete ma la pubblicità sull'articolo che leggo a pagamento è veramente fastidiosa. Se il sistema non cambia sarò costretto a non rinnovare l'abbonamento. Cordiali saluti. Giovanni Battista Vargiu

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    07 Agosto 2017 - 23:11

    Il solito idilliaco quadretto di famiglia islamico, che domani o dopo Raineri potrebbe trovarsi costretto a ribaltare a testa in giù a causa dei settimanali cambi di camicia per un pugno di dollari o di rubli (ma che sarà previsto da qualche parte nel corano). Però la colpa è degli occidentali che hanno appoggiato le primavere eccetera, mentre prima si stava così tranquilli a Sharm e Hurghada mentre Gheddafi, Assad & C., e prima ancora Saddam Hussein ne facevano sparire qualche centinaio al giorno. La pace. Bei tempi.

    Report

    Rispondi

Servizi