Russiagate, Mueller seleziona il Grand Jury. Cosa cambia per Trump

Mossa del procuratore speciale che indaga sui rapporti tra lo staff del presidente e Mosca. L'inchiesta entra in nuova fase, quella decisiva per The Donald 

Russiagate, Mueller seleziona il Grand Jury. Cosa cambia per Trump

Per lo più si tratta di una questione tecnica. Ma non di una formalità. Anzi, il significato politico dell'ultima mossa di Robert Mueller, procuratore incaricato di indagare dei rapporti tra l'entourage di Donald Trump e la Russia, è più che evidente. Non a caso stamattina tutti i principali media hanno dato ampio risalto alla notizia anticipata dal Wall Street Journal: Mueller avrebbe già nominato e cominciato ad utilizzare il Grand Jury.

 

Per chi è digiuno di nozioni sul funzionamento della giustizia americana il riferimento è il Quinto emendamento che prevede che “nessuno sarà tenuto a rispondere di reato, che comporti la pena capitale, o che sia comunque grave, se non per denuncia o accusa fatta da un Grand Jury”. Insomma, l'inchiesta di Mueller sta entrando nella sua fase più delicata e decisiva. E il procuratore ha deciso di sottoporre al Grand Jury, organismo composto da normali cittadini, le prove raccolte ed eventuali testimonianze. Dovessero ritenerle sufficienti, i giurati avranno la possibilità di accusa formalmente l'imputato che quindi sarà sottoposto a processo.

Non è detto quindi che, alla fine, si arrivi ad una formale accusa nei confronti del presidente Trump. Ma il percorso avviato muove in quella direzione. Se il Jury dovesse decidere per il “rinvio a giudizio” è chiaro che il suo governo avrebbe vita breve. Ma se il presidente dovesse superare anche questa prova ne uscirebbe sicuramente rafforzato, legittimato una volta per tutte a guidare la nazione. Gaffe e tweet permettendo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • adebenedetti

    06 Agosto 2017 - 20:08

    Si dice che le previsioni siano fatte per essere smentite. Vedremo. Questo Grand Jury e` come un gruppo di pescatori che partono per una spedizione di pesca. Sino ad oggi non ci sono reati ma si cercano. Per i Watergate c`era il reato e di conseguenza il Grand Juri Come andra` a finire? Si butteranno sugli accordi economici o affari fatti dalle imprese di Trump anche vecchi di diversi anni. Nulla a che vedere con le elezioni. Debbono trovare qualche PESCE. E gli affari con la Russia offrono da sempre un mare pescosissimo.

    Report

    Rispondi

  • Skybolt

    04 Agosto 2017 - 17:05

    Mi sono perso qualcosa ? Il grand jury poi pluf via Trump ? E la procedura di impeachment? Ma per favore.

    Report

    Rispondi

Servizi