Schulz si mette sulla via (stretta) di battere la Merkel su europeismo e migranti

Il leader della Spd a Roma. Solidarietà e speranza sono le parole chiave, ma come ci si differenzia da una cancelliera occupa-tutto? La questione austerità

Schulz si mette sulla via (stretta) di battere la Merkel su europeismo e migranti

Martin Schulz (foto LaPresse)

Roma. Solidarietà e speranza, sono queste le parole chiave della proposta di Martin Schulz, leader dei socialdemocratici tedeschi e candidato alla cancelleria al voto del 24 settembre. Non suonano originalissime, ma Schulz vuole colorarle con sfumature nuove, rivendendosi come un “fixer” dei problemi che riguardano l’Europa, in particolare la crisi migratoria. Per questo il leader dell’Spd è arrivato ieri in Italia, ha incontrato il premier, Paolo Gentiloni, a Roma e poi è andato a Catania, “per vedere da vicino” come...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    28 Luglio 2017 - 08:08

    Fedele alla recente tragicomica tradizione del Pd di incontrare ed incoronare i leader esteri poi elettoralmente perdenti nelle sfide elettorali dei loro Paesi, ieri il presidente del Consiglio ha incontrato Schulz, facendosi immortalare in una foto ufficiale, e non un banale selfie. Verrebbe da ricordare Tafazzi, se il copyright non fosse del trio comico di Aldo Giovanni e Giacomo.

    Report

    Rispondi

Servizi