Trump (forse) acconsente a colpire Mosca per ferire la Germania. L'Ue nervosa reagisce

Il testo di legge per le sanzioni alla Russia in discussione al Congresso americano colpisce i gasdotti europei, di particolare interesse tedesco

Trump (forse) acconsente a colpire Mosca per ferire la Germania. L'Ue nervosa reagisce

Controlli sui rifornimenti di gas (foto LaPresse)

Roma. Con inedita solerzia l’Unione europea ha intenzione di rispondere, per via diplomatica, alle incombenti nuove sanzioni energetiche da parte degli Stati Uniti che mirano a colpire gasdotti e infrastrutture operate in collaborazione con la Russia e che quindi, in senso ampio, minacciano le forniture energetiche continentali. Secondo una nota ai commissari, il presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, è preoccupato dalle conseguenze per le aziende europee. “Le misure – dice la nota del 19 luglio rivelata da Politico.eu – rischiano...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • mauro

    25 Luglio 2017 - 23:11

    Viva sempre l'unione europea, ma era ora che il sottocoda di tedeschi e olandesi prendesse il posto del nostro , parecchio sollecitato finora a causa dei loro interessi, e della nostra incapacità di batterci per i nostri.

    Report

    Rispondi

  • lucafum

    24 Luglio 2017 - 23:11

    "se si ricorda che fu proprio l’opposizione dell’Unione europea, in chiave anti russa, spinta dal commissario tedesco, Günther Oettinger, a motivare l’abbandono del progetto South Stream che avrebbe portato il gas dal Mar Nero all’Italia" Tutti omofili, con le terga altrui.

    Report

    Rispondi

Servizi