E' ricomparso Oscar Perez, il "Rambo" che sfida Maduro

Il militare che aveva attaccato l'Assemblea nazionale in elicottero si fa intervistare a capo scoperto durante una manifestazione. E annuncia "l'ora zero" per il paese

Il militare venezuelano Oscar Perez, celebre per avere attaccato l'Assemblea nazionale di Caracas con un elicottero rubato, è ricomparso. I media lo hanno intervistato mentre partecipava a una delle tante manifestazioni contro il governo di Nicolas Maduro. E' la prima volta dal giorno dell'attacco aereo – le cui immagini hanno fatto il giro del mondo – che Perez si mostra in pubblico e da allora è ricercato dalle autorità per terrorismo. Il 36enne compare davanti alle telecamere a capo scoperto, circondato da altri manifestanti mascherati per non farsi riconoscere mentre commemoravano le centinaia di vittime della repressione del governo. Rivolgendosi ai giornalisti Perez ha annunciato un nuovo sciopero generale per il 18 luglio, una giornata che ha definito "l'ora zero". Il militare, che è anche un attore di film d'azione, ha invitato i cittadini venezuelani a partecipare al referendum simbolico indetto dai manifestanti per fermare il tentativo di Maduro di riscrivere la Costituzione ampliando i poteri del governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi