I rischi del nuovo ordine mondiale

Liu Xiaobo, il mar Cinese, la Corea. La Cina ormai gioca con le sue regole

I rischi del nuovo ordine mondiale

Foto LaPresse

La tiepida risposta internazionale che ha avuto la decisione cinese di non rilasciare il premio Nobel per la Pace Liu Xiaobo prima che morisse – è la prima volta dal 1939 che un dissidente insignito del premio Nobel viene lasciato morire da detenuto – ci dice qualcosa di più sulla Cina e sui giochi di forza tra grandi potenze. Basta guardare al quadro d’insieme. Benché un tribunale internazionale abbia sancito che le rivendicazioni di Pechino sul mar Cinese meridionale siano...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi