Trump cambia regime e incalza Putin sulle interferenze elettorali

L'accordo sul cessate il fuoco in Siria è una manovra da "artista del deal". "Non c'è futuro per il regime di Assad"

Trump cambia regime e incalza Putin sulle interferenze elettorali

Vladimir Putin e Donald Trump (foto LaPresse)

New York. Donald Trump e Vladimir Putin sono emersi dopo due ore e un quarto da un incontro che doveva durare mezz’ora: il “meet and greet” a margine del G20 di Amburgo si è trasformato in una discussione molto più articolata. Il segretario di stato, Rex Tillerson, ha detto che hanno avuto una discussione “robusta e lunga” sulle interferenze della Russia nelle elezioni americane. Trump ha “fatto pressione”, ha detto Tillerson, sul leader del Cremlino, smentendo di fatto l’incertezza sul...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    08 Luglio 2017 - 10:10

    Via Assad ... ma chi se non Assad che malgrado tutto deve pur avere una sua carismaticità se è riuscito a tenere insieme le sue forze armate, pur attaccate da tutte le parti?

    Report

    Rispondi

  • mauro

    08 Luglio 2017 - 08:08

    Quindi non c'è futuro per il regime di Assad e nemmeno per la faccia della Russia di Putin, appoggiata dalla Cina? L'argomento del peso dell'interferenza russa sull'elezione di Trump, se da un lato va preso seriamente come segno della vitalità delle sinistre mondiali e del pol cor, dall'altro ha tutti i caratteri della farsa stupida.

    Report

    Rispondi

Servizi