Le purghe di Corbyn

Il leader del Labour ha usato i metodi da “leader supremo” pro Brexit. Ma un elettore di sinistra anti Brexit oggi chi dovrebbe votare?

Le purghe di Corbyn

Jeremy Corbyn (foto LaPresse)

Milano. La Brexit è come un’epidemia, titola il nuovo numero della rivista di sinistra New Statesman, appena la tocchi muori, i leader conservatori lo hanno scoperto a suon di esiti elettorali umilianti, ma non è che dalle parti del Labour si sia trovato un antidoto. Jeremy Corbyn, leader del partito, è un brexiteer, e ormai questo è evidente: fece campagna per il “remain” al referendum dello scorso anno ma in modo invero poco convincente. Ora che a quest’ultima tornata elettorale...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi