Brexit, si comincia

Londra non cambia la posizione hard, ma il potere negoziale è dell’Europa

Brexit, si comincia

Michael Barnier e David Davis. Foto LaPresse/Reuters

Il negoziato sulla Brexit è formalmente cominciato, il team inglese di qui e quello europeo di là, uno di fronte all’altro, con prospettive e umori molto diversi. Londra ha confermato di voler procedere con la hard Brexit, questo stabilisce la lettera di intenti firmata dal premier May alla fine di marzo e questa è l’unica posizione negoziale per ora prevista e codificata. L’alternativa “soft” non “means Brexit”, e rimangiarsi la parola data non è al momento possibile. L’Europa, che pure...

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi