Colpito un deputato repubblicano. Il profilo dell'attentatore (morto) - VIDEO

Spari all'allenamento di baseball della squadra repubblicana. Operato Scalise, altri 4 feriti. Le ricostruzioni dei media. La retorica anti Trump

Colpito un deputato repubblicano. Il profilo dell'attentatore (morto)

Foto LaPresse

Roma. Una sparatoria lunghissima, decine di colpi, corpi per terra. All’Eugene Simpson Stadium Park, ad Alexandria, nei pressi di Washington Dc, la squadra di baseball repubblicana si stava allenando in vista dell’appuntamento annuale del Congressional Baseball Game, la tradizionale partita di baseball tra le selezioni dei due gruppi parlamentari americani, quando un uomo ha iniziato a sparare. Steve Scalise, il capogruppo dei repubblicani alla Camera, è stato colpito, ferito all’anca, operato d’urgenza e ora considerato non in pericolo di vita. Altre quattro persone sono state ferite: due sono in condizioni gravi. L’attentatore è stato ucciso dalle guardie intervenute, ha detto il presidente americano, Donald Trump: James Thomas Hodgkinson aveva 66 anni, veniva da Belleville, in Illinois, ed è morto in ospedale poco dopo la sparatoria. Hodgkinson era in giro per lavoro, aveva avvisato a casa che sarebbe rientrato presto, gli mancavano sua moglie e i suoi cani: aveva una ditta di ispezioni domestiche, la sua licenza per arma da fuoco era scaduta a novembre e non era stata rinnovata.

 


 

Il fratello ha raccontato al New York Times che Hodgkinson era andato spesso a Washington per protestare contro Trump, era molto innervosito dalla situazione politica – ma ha anche detto di non avere molti contatti con l’attentatore.

 

Sul profilo Facebook ci sono molti rimpianti per la sconfitta del beniamino Bernie Sanders, molti commenti sulla corruzione e sullo strapotere dei banchieri e delle lobby. C’è perfino un post del 2015 in cui cita direttamente Scalise, “un repubblicano che dovrebbe perdere il lavoro, e invece gli hanno dato una promozione”. Il New York Times – il primo a pubblicare un ritratto più politico di Hodgkinson – ha verificato che aveva mandato molte lettere ai giornali locali per contestare l’ascesa dei repubblicani e di Trump.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    15 Giugno 2017 - 13:01

    A me diverte questa passionaccia anti Trump del Fondatore e dei suoi sodali. Allora diremmo noi ( by EzioGreggio) e la libertà di pensiero?

    Report

    Rispondi

  • bstucc

    15 Giugno 2017 - 12:12

    "ispezioni domestiche" ?. Forse basta perito immobiliare?

    Report

    Rispondi

  • adebenedetti

    14 Giugno 2017 - 22:10

    Vedo che ,con deplorevole ritardo e dopo che io mi ero lamentato, avete deciso di parlare dello sparatore. La cosa non mi stupisce, io vivendo negli Stati Uniti ho potuto constatare che la vostra stessa "PRUDENZA". ed uso un EUFEMISMO. nel riferire i fatti e` stata simile a quella che ho assistito qui in America. Questa e` la logica conseguenza di sette mesi di ODIO spalmato a piene mani dai Media e che voi del Foglio avete. nel vostro piccolo , contribuito a creare. Il calcio nel sedere ,cialtrone,bugiardo ecc ecc. Lo sparatore nel suo Facebook definiva i repubblicani come talebani,il concetto era stato piu` volte riportato da congressisti e senatore democratici,dalla CNN.MSnbc,NBC,CBS ecc. Il Foglio ieri, in contraposizione a Sesson e` arrivato ad elogiare l`ex ministro della Giustizia Holder dimenticando il lavoro sporco da lui fatto nell`AFFARE,si AFFARE in quanto ci fu una scambio di denaro,del perdono di Bill Clinton al piu` grande evasore fiscale degli Stati Uniti Rich.

    Report

    Rispondi

Servizi