Dossier, affinità di clan, speranze e pericoli di Trump in Arabia Saudita

In campagna elettorale erano i cattivi, ora i sauditi tornano partner strategici dell'America dopo la pausa obamiana. L'affare da cento miliardi

Dossier, affinità di clan, speranze e pericoli di Trump in Arabia Saudita

Re Salman (foto LaPresse)

Roma. Come hanno imparato a loro spese l’ex direttore dell’Fbi, James Comey, e il presidente siriano, Bashar el Assad, non è vero che il Donald Trump Presidente è del tutto uguale al Donald Trump Candidato. È capace di voltafaccia repentini. L’Arabia Saudita potrebbe diventare l’esempio più chiaro di questa sua capacità. Durante la campagna usava parole durissime contro i sauditi: il 17 febbraio del 2016 li accusò di aver organizzato gli attacchi dell’11 settembre (accusò proprio il governo, quindi la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi