Macron nomina Philippe premier, in Francia nasce il partito della nazione

E' il primo passo del progetto di Macron di “riunire le migliori personalità per dare un buon governo alla Francia”. Chi è il nuovo primo ministro francese, ex socialista diventato gollista 

Macron nomina Philippe premier, in Francia nasce il partito della nazione

In Francia nasce il partito della nazione. Emmanuel Macron ha infatti scelto come premier Edouard Philippe, sindaco di Le Havre ed esponente dell'ala moderata del gollismo. Quarantaseienne, legato al socialismo riformista di Michel Rocard ai tempi dell'università prima di diventare l'uomo di fiducia dell'esponente della destra moderata repubblicana ed europeista, Alain Juppé, Philippe a marzo si era smarcato dalla campagna elettorale del candidato gollista alla presidenza, Francois Fillon, dopo lo scandalo Penelopegate legato all'impiego della moglie di quest'ultimo come assistente parlamentare.

  

La nomina del sindaco di Le Havre è il primo passo del progetto di Macron di “riunire le migliori personalità per dare un buon governo alla Francia” e in questo modo cercare di riunire i moderati in vista delle elezioni politiche di giugno, con l’obiettivo di costituire una maggioranza solida in Parlamento capace di sostenere e il programma di riforme sociali e liberali del presidente.

 

Secondo i media francesi, che comunque aspettano la lista dei nomi che faranno parte del nuovo governo per trarre una valutazione complessiva, la scelta di Philippe rientra nel tentativo di Macron di puntare all’elettorato moderato gollista senza scontentare troppo quello di centro sinistra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    15 Maggio 2017 - 19:07

    Al direttore - Assiomatico: “riunire le migliori personalità per dare un buon governo alla Francia”, da noi è impossibile. Macron è Presidente della Francia, secondo quanto prevede e detta la loro Costituzione. La nostra è incompatibile col progetto di un "Partito della Nazione". Punto.

    Report

    Rispondi

  • Nambikwara

    Nambikwara

    15 Maggio 2017 - 18:06

    Redazione, vediamo di capirci: 1) Francia, Philippe centro destra ("socialista ai tempi dell'Università", io ero a Trento in piena bagarre anni 70 e nella vita professionale se avessi pensato,al tempo, di fare il consulente per le aziende mi sarei dato del cretino); 2) Germania, da come vanno le cose sarà Merkel , centrodestra; 3) Spagna, Rajoy centrodestra; 4)USA, Trump (non lo dico se no l'Emerito si arrabbia); 5) T. May, centrodestra; 6) Italia, "Nazareno",magari, sicuramente superiore e di gran lunga a Francis first (as a name,does Macron's ancester ? Peut etre but for sure,like every France's president He is Nation's Party). Sintesi: prima di parlare di partito della nazione bisogna fare il sistema elettorale della Nazione; altrimenti avremo il Partito della pro-porzione: una porzione a me, una a te e una a tutto il cucuzzaro. A proposito di nazioni, i francesi e tutti gli altri non hanno una automobile come la nuova 124 spider america: almeno quella.

    Report

    Rispondi

Servizi