Cristian Provvisionato è libero e sta tornando in Italia

Il giovane milanese era prigioniero in Mauritania dal 16 agosto 2015

 

Cristian Provvisionato è libero e sta tornando in Italia

Cristian Provvisionato

Dopo quasi due anni di detenzione, Cristian Provvisionato è stato liberato e sta rientrando in Italia. Il quarantatreenne di Cornaredo era prigioniero in Mauritania dal 16 agosto 2015 con l'accusa di truffa ai danni dello stato. A dare la notizia, il ministro degli Esteri Angelino Alfano su Twitter.

      

"Sta rientrando in Italia. Gli ho parlato. Grazie alle autorità della Mauritania. Un altro obiettivo centrato", ha detto il ministro. A bordo dell'aereo con Provvisionato c'è Vincenzo Amendola, sottosegretario agli Esteri, che in un tweet ha scritto: "Torniamo a casa. Cristian potrà riabbracciare i suoi cari. Grazie alle autorità mauritane e alla squadra della Farnesina".

      

Il 9 maggio scorso la madre, Diona Coman, aveva lanciato un appello per la liberazione, spiegando che il figlio, diabetico e al quarto giorno di sciopero della fame, era stato inviato in Mauritania dal suo datore di lavoro di Milano e messo in arresto dopo 14 giorni dal suo arrivo. Dopo i primi quattro mesi, durante i quali la famiglia ne aveva perso le tracce, Provvisionato ha poi avuto la possibilità di comunicare con i familiari e di ricevere ciò che gli veniva inviato dall'Italia. Durante il periodo in carcere sono state effettuate visite consolari con regolarità per accertarsi delle sue condizioni di salute.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi