In Francia degli operai in protesta hanno minato la fabbrica con delle bombole

La protesta dei dipendenti di uno stabilimento di Creuse finito in liquidazione

In Francia degli operai in protesta hanno minato la fabbrica con delle bombole

"Abbiamo minato la fabbrica. Non volevamo arrivare a questo punto, ma non avevamo più scelta". I sindacati dei 279 dipendenti di GM&S, stabilimento di Creuse messo in liquidazione e in subappalto a Psa e Renault, hanno annunciato oggi la loro protesta e hanno minato lo stabilimento industriale con delle bombole di gas. "Vogliamo delle riunioni serie - ha detto il rappresentante sindacale Vincent Labrousse - con gente seria seduta al tavolo". GM&S è stata messa in amministrazione controllata nel dicembre 2016 e ha tempo fino al 23 di maggio per trovare un acquirente. In un comunicato i sindacati hanno denunciato "il fallimento dei negoziati".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    11 Maggio 2017 - 17:05

    Questi francesi... a volte giudiziosamente scelgono la strada giusta, come nel caso delle ultime elezioni politiche (con tutto che hanno avuto un anno terribile a causa del terrorismo), a volte, invece, fanno una rivoluzione (grandiosa, come è nella loro natura) per qualche brioche... o minare una fabbrica...

    Report

    Rispondi

  • marco.ullasci@gmail.com

    marco.ullasci

    11 Maggio 2017 - 16:04

    Non si chiamano negoziati quelli fatti con la pistola alla tempia dell'interlocutore. Si chiamano taglieggiamenti. Se pensano che sia un problema di dirigenti e proprieta' incapaci rilevino loro l'azienda e facciano i profitti che credono che siano nelle loro possibilita'.

    Report

    Rispondi

Servizi