A Mosca la parata militare per la Giornata della Vittoria

A Mosca è in corso l'annuale parata militare per celebrare "il giorno della Vittoria", a 72 anni dalla sconfitta dei nazisti durante la Seconda Guerra mondiale. La parata, tradizionalmente un evento di dimostrazione della potenza militare russa, ha visto migliaia di spettatori arrivare da tutto il paese per partecipare. Presenti anche il presidente della Federazione russa, Vladimir Putin, insieme ad altri alti ufficiali dello stato.

 

Nella centralissima Piazza Rossa hanno sfilato circa 10mila soldati e marinai, oltre a 110 veicoli militari guidati dalla leggendaria Soviet T-34, il carroarmato originale risalente alla Seconda Guerra mondiale. I voli degli aerei e dei jet militari sono stati cancellati a causa del maltempo.

 

"Non c'è mai stata e non ci sarà mai alcuna forza in grado di conquistare il nostro popolo", ha detto il presidente Putin in un discorso in diretta televisiva. "Manterremo sempre la sicurezza in Russia come avete fatto voi – si è rivolto ai soldati della Seconda Guerra mondiale – ha aggiunto, enfatizzando che l'esercito russo di oggi è stato capace di "respingere ogni tipo di aggressione".

 

Il capo del Cremlino si è anche rivolto alla Comunità internazionale, appellandosi all'"unità" contro le minacce come il terrorismo, l'estremismo e il neo-nazismo. "Noi siamo aperti a questo tipo di cooperazione" – ha detto Putin – "La Russia sarà sempre dalla parte della pace, con quelli che scelgono la via della cooperazione eguale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi