Le Pen ha copiato gran parte di un discorso di Fillon - VIDEO

Intere frasi e citazioni fatte dalla leader del FN sono identiche alle parole pronunciate dal candidato repubblicano. Anche il vicepresidente del partito, Philippot, ammette il plagio

Le Pen ha copiato gran parte di un discorso di Fillon - VIDEO

Marine Le Pen (foto LaPresse)

Marine Le Pen è stata accusata di plagio nei confronti di François Fillon, il candidato presidenziale della destra gollista arrivato terzo al primo turno e dunque escluso dal ballottaggio.

 

L’accusa arriva dal canale YouTube “Ridicule Tv”, aperto da alcuni supporter di Fillon con lo scopo di smontare la campagna del candidato centrista Emmanuel Macron. Il discorso fatto dalla Le Pen ieri a Villepinte, a nord di Parigi, ricalca parola per parola diverse sezioni di un discorso pronunciato da Fillon il 15 aprile a Puy-en-Velay. Ridicule TV si è limitato ad accostare i due discorsi, invitando il pubblico a farsi una propria idea guardando i video dei due candidati:

 

• Fillon: “E poi c’è la frontiera del Reno, la più aperta, la più pericolosa e anche la più promettente – un mondo germanico con cui siamo stati spesso in conflitto e con cui tuttavia coopereremo in diversi modi”. Le Pen: “E poi c’è la frontiera del Reno, la più aperta e anche la più promettente – un mondo germanico con cui coopereremo in diversi modi, a patto di riprendere il rapporto da alleati e non da sottomessi”.

 

 

• Entrambi i discorsi fanno un riferimento alla “lista d’attesa dell’Alliance Française a Shanghai, a Tokyo o in Messico, per la scuola secondaria francese a Rabat o a Roma”.

 

• Entrambi i discorsi citano il primo ministro francese della Prima Guerra mondiale, Georges Clemenceau: “Un tempo soldato di Dio, ora soldato della libertà: la Francia sarà sempre il soldato dell’ideale”.

  

• Fillon: “La Francia, come ho detto, è una storia, è una geografia, ma è anche un insieme di valori e di princìpi tramandati di generazione in generazione, come parole chiavi. E’, infine, una singola voce indirizzata a tutte le persone dell’universo”. Le Pen: “La Francia è anche un insieme di valori e di principi tramandati di generazione in generazione, come parole chiavi. E poi è una voce, una straordinaria, singola voce che parla a tutte le persone dell’universo”.

 

Perché la vittoria di Le Pen non è così improbabile come dicono

Un reportage del New York Times racconta da dove nasce la rabbia e la frustrazione che ingrossano l'elettorato del Front National 

 

Il giornale francese di sinistra Libération ha scritto che quello che doveva essere un discorso chiave per la seconda fase del voto elettorale è invece diventato “un motivo di ridicolizzazione per gli utenti dei social media”. Florian Philippot, vice presidente del Front National nonché uno dei più importanti consiglieri di Marine Le Pen, intervistato sulla questione da Radio Classique, ha ammesso che alcuni stralci del discorso di Le Pen siano stati ripresi da quello di Fillon un mese fa. Ha però specificato che si tratta non di plagio quanto di “fare l’occhiolino” a quella stessa platea di Fillon, per “lanciare un vero dibattito” sulla questione dell’identità francese.

 

Anche il manager della campagna di Le Pen, David Rachline, ha rigettato le accuse di plagio dicendo che le citazioni sono da considerarsi piuttosto una forma di tributo a Fillon, i cui elettori hanno “apprezzato molto” il discorso di ieri della candidata del Front National.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    02 Maggio 2017 - 17:05

    Per il vero i testi dei discorsi dei vari leader sono pieni di citazioni di altri discorsi e , non sempre, viene citato l'autore. Evidentemente la Le Pen vuole accattivarsi le simpatie degli elettori di Fillon.

    Report

    Rispondi

  • carlo schieppati

    02 Maggio 2017 - 14:02

    Ha fatto bene. Vai Marine!

    Report

    Rispondi

Servizi