Occidente e Russia tirano i Balcani per la giacchetta

L’irruzione della folla dentro all’Assemblea di Skopje, in Macedonia. Per ora volano soltanto schiaffoni ma fa presto a finire malissimo

skopje

L'irruzione al Parlamento di Skopje, in Macedonia

Per ora finisce a schiaffoni, tirate di capelli, energumeni in passamontagna dentro un Parlamento e deputati con il naso rotto, cento feriti in tutto. L’irruzione della folla incattivita dentro all’Assemblea di Skopje, in Macedonia, nel sud dei Balcani, per adesso è la realizzazione del sogno a occhi aperti dei sovranisti europei: vi apriremo come una scatoletta di tonno. Però più sul lungo termine è l’eterna debolezza dei Balcani che viene fuori e annuncia tempi cupi per il resto d’Europa, sono...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi