Le rouge et le noir

Mélenchon salda l’asse tra estremi contro i liberali e l’occidente

Le rouge et le noir

Jean-Luc Mélenchon (foto LaPresse)

E’ crollata la politica tradizionale francese al primo turno delle presidenziali, il Partito socialista e i Républicains, la sinistra e la destra, hanno ottenuto in tutto il 26,26 per cento dei consensi, poco più di Emmanuel Macron da solo, ma nel frattempo è crollato anche un altro tabù. Il responsabile è Jean-Luc Mélenchon, “l’indomito” ex socialista che da anni consuma la sua vendetta a sinistra del partito in cui è cresciuto e che vuole far valere il suo 19,64 per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi