Il filosofo e il garçon

Habermas dice che Macron è il leader della “rupture” che serve alla Francia (e all’Ue) per salvarsi

Il filosofo e il garsçon

Il filosofo Jürgen Habermas

Parigi. Lo scorso 16 marzo, si erano incontrati sul palco della Hertie School of Governance di Berlino, per una conferenza sul futuro dell’Europa in compagnia del ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel. In pochi immaginavano che tra Emmanuel Macron, candidato all’Eliseo con il suo movimento politico En Marche!, e Jürgen Habermas, filosofo tedesco e teorico della Scuola di Francoforte, potesse esserci tanta armonia di pensiero e condivisione di vedute, come emerso ieri dalle pagine del Monde e della Zeit. A...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo schieppati

    24 Aprile 2017 - 13:01

    Laureatosi alla Ecole nationale d'administration, ispettore delle finanze,banchiera alla Rothschild, ministro delle finanze insomma, l'incarnazione del potere tecnocratico e nichilista globale questo sarebbe l'uomo della rupture?

    Report

    Rispondi

Servizi