Il voto al referendum in Turchia fotografa un paese spaccato. Un video dalle piazze di Istanbul

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    17 Aprile 2017 - 10:10

    Ogni referendum registra differenze non necessariamente marcate tra chi vota si è chi vota no. Soltanto nelle dittature gli esiti dei referendum sono di norma plebiscitari per il dittatore che governa. Parlare di paese spaccato ad ogni commento di esiti referendari democratici e' semplicemente una pagliacciata giornalistica ed intellettuale. In democrazia rappresentativa si ricorre correttamente a referendum per dirimere questioni sulle quali chi legifera non e' certo di interpretare sicuramente la volontà popolare e dunque chiede conferma o meno con l'espressione diretta del pronunciamento elettorale. Ciò accadendo su questioni delicate e complesse e' ovvio attendersi che le differenze tra i favorevoli e contrari siamo sempre minime. Ogni referendum serio e fondato mostra la divisione di pareri delle popolazioni e per assurdo minore e' lo scarto dei voti e maggiore si conferma la correttezza democratica del ricorso al referendum.

    Report

    Rispondi

Servizi