La Russia riconosce Gerusalemme ovest capitale di Israele

Con una nota del ministero degli Esteri russo Mosca ha annunciato questo pomeriggio la sua posizione 

Per la Russia Gerusalemme ovest è la capitale di Israele

Il presidente russo Vladimir Putin lo scorso due ottobre a Parigi (foto LaPresse)

Il ministro degli Esteri russi ha fatto sapere oggi che la Russia riconosce come capitale di Israele Gerusalemme ovest. Come si legge sul sito del ministero degli Esteri russo, Mosca intende riaffermare il proprio supporto verso la soluzione che prevede il riconoscimento di entrambi gli stati di Israele e Palestina "con i quali la Russia ha relazioni amichevoli". In questo contesto, continua il comunicato, "consideriamo Gerusalemme Ovest come la capitale dello Stato di Israele".

 

Si tratta della prima grande potenza che prende posizione a riguardo, anche se in campagna elettorale Trump ha detto che starebbe valutando di spostare la propria ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme. 

 

Non è chiaro se la presa di posizione avrà effetti immediati o se la Russia intenda aspettare che Gerusalemme est sia prima riconosciuta come capitale dello Stato palestinese. Secondo il Jerusalem Post il riconoscimento di Mosca sarà in vigore da subito, per questo nei prossimi giorni l'ambasciatore della Russia in Israele incontrerà i funzionari del ministero degli Esteri. L'incontro chiarirà anche le eventuali intenzioni di spostare l'ambasciata russa a Gerusalemme. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    06 Aprile 2017 - 21:09

    Grazie agli americani, che eleggendo Trump hanno cambiato il corso degli eventi. In meglio. Ancora oggi, quando ci penso (a Gerusalemme) mi quasi commuovo, che non ci sia la Clinton alla Casa Bianca. La speranza che mai muore, ha vinto.

    Report

    Rispondi

Servizi