L'uomo che ha tentato di investire dei pedoni ad Anversa è accusato di terrorismo

La procura federale belga comunica i capi di imputazione ai danni del guidatore Mohamed R., un francese di origini nordafricane

L'uomo che ha tentato di investire dei pedoni ad Anversa è accusato di terrorismo

Un artificiere ispeziona la vettura di Mohamed R. (foto LaPresse)

L'uomo che ieri ad Anversa ha tentato di investire decine di passanti in una via del centro della città è accusato di tentato omicidio a carattere terroristico, lesioni di natura terroristica e violazione delle leggi sul porto d'armi. 

   

I capi di imputazioni formulati dalla procura federale belga lasciano intendere che secondo gli inquirenti esistono motivi validi per ritenere che Mohamed R., questo il nome del guidatore diffuso ieri dalla polizia, non fosse semplicemente sotto l'effetto dell'alcol. La polizia belga è riuscita a fermare l'uomo che era alla guida di una Peugeot rossa e che aveva precedenti per guida in stato di ebrezza. Dopo un breve inseguimento Mohamed R. è stato catturato e interrogato. Nella sua auto gli agenti hanno ritrovato coltelli, una pistola e un bidone contenente un prodotto ancora da identificare.

  

Ad Anversa la polizia arresta un uomo che ha provato a investire dei passanti

L'ipotesi dei servizi di sicurezza del Belgio è che il guidatore fosse alcolizzato. All'interno della vettura sono state trovate delle armi

 

Ieri, il capo della polizia di Anversa, Serge Muyters, ha detto alla stampa che l'uomo, classe 1977, è un francese di origine nordafricana domiciliato in Francia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi