Special relationship

Trump sceglie un amico dei coloni per rilanciare i rapporti con Netanyahu

Friedman, nuovo ambasciatore in Israele, sostiene gli insediamenti e attacca gli ebrei liberal americani

David Friedman

David Friedman

New York. Nominando l’avvocato David Friedman come ambasciatore americano presso Israele, Donald Trump ha scelto di non lasciare spazio alle interpretazioni sull’impostazione della “special relationship” con l’alleato. Friedman si colloca nella parte più a destra dello spettro politico israeliano. E’ un sostenitore dell’espansione delle colonie, politica contraria alle posizioni del governo americano, è scettico verso la soluzione a due stati del conflitto israelo-palestinese, scrive editoriali sul giornale online Arutz Sheva, che interpreta le posizioni dei coloni. Yossi Dagan, uno degli...

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi