In Nicaragua la popolazione si prepara all'arrivo dell'uragano Otto

Evacuate migliaia di persone. Venti a 140 chilometri orari che causeranno "probabilmente inondazioni e frane". Già quattro morti a Panama, martedì scorso

Costa Rica e Nicaragua si preparano all'arrivo dell'uragano Otto, che dovrebbe toccare oggi la costa caraibica. Evacuate migliaia di persone dalle zone a rischio e chiuse molte scuole. Coi suoi venti a 140 chilometri orari, l’uragano causerà "probabilmente inondazioni e frane", ha avvertito il Centro nazionale per gli uragani di Miami. E precisa che l'uragano si trova 220 chilometri al largo del porto costaricano di Limon. La città nicaraguense di Bluefields, nel Sud-Est del Paese, 45.000 abitanti, sarà probabilmente il primo obiettivo dell'uragano, stando al servizio meteo.

 



 

Otto ha già causato quattro morti nel suo passaggio a Panama, martedì scorso. Secondo rilevamenti del Centro nordamericano, Otto si era formato inizialmente come tempesta tropicale, con venti superiori ai 70 chilometri orari, a circa 50 chilometri dall'isola colombiana di San Andrés. Il direttore della Protezione Civile del Panama, José Donderis, ha detto alla stampa che le quattro vittime di Otto sono morte a causa di una frana e della caduta di un albero, precisando che in due casi si trattava di bambini. Un altro uomo è dato per disperso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi