Ci vuole una furba alleanza tra conservatori e progressisti per arginare gli effetti del trumpismo

L’idea che si possa fare a meno di una classe dirigente informata, preparata, colta,è un vecchio mito stantio della destra autoritaria. La democrazia disarmata, senza spada, ha il tratto dell’illusione funesta. Gli applausi a Trump della destra antipolitica e della vaga sinistra di opposizione alla sinistra riformista, in Italia e in Europa, sono molto più insidiosi della parata festaiola del Ku Klux Klan.
Ci vuole una furba alleanza tra conservatori e progressisti per arginare gli effetti del trumpismo

Donald Trump e Barack Obama nello Studio Ovale della Casa Bianca (foto LaPresse)

L’idea che si possa fare a meno di una classe dirigente informata, preparata, colta, in certa misura separata o sacralizzata dall’esercizio dell’autorità, dalla pratica socialmente e intellettualmente consapevole del potere, è un vecchio mito stantio della destra autoritaria (destino, vocazione, popolo, uomo solo al comando), è pressappoco la tirannide, la totalità, la galera del pensiero la cui chiave sta nelle mani della moltitudine eccitata, organizzata come esercito della frustrazione e del risentimento e delle gigantesche ambizioni nazional-populiste. Le classi dirigenti...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi