L'Italia cresce, è il debito che ci frena

Come leggere le previsioni (strette) di Bruxelles senza demagogia statistica

L'Italia cresce, è il debito che ci frena

Pier Carlo Padoan e Pierre Moscovici. Foto LaPresse/Reuters

Anche la Commissione europea parla di “vera ripresa” per l’Italia, prevedendo a fine anno una crescita dell’1,5 per cento e allineando le stime a quelle aggiornate del governo. Ma, dice Bruxelles, dal 2018 il pil aumenterà un po’ meno, dell’1,3 e poi dell’uno per cento. Roma ribatte che i suoi calcoli si rivelano sempre migliori di quelli di Bruxelles. I consueti raffronti a 28 ci vedono in coda, anche rispetto a Grecia e Romania. Certi paragoni però lasciano il tempo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi