Qualche novità sul petrolio

No, non è la geopolitica saudita. Ma l’aumento costante della domanda

Qualche novità sul petrolio
Il prezzo del petrolio è salito sopra i 64 dollari al barile per la prima volta da metà del 2015 dopo il giro di vite in Arabia Saudita con la purga di principi e uomini d’affari da parte dell’erede al trono della Corona, il trentaduenne Mohammed bin Salman. Molti osservatori riconducono un rialzo del prezzo che non si vedeva da due anni alle tensioni geopolitiche che il giro di vite comporterà sull’area e i riflessi verso Iran, Qatar e Libano....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi