Parlar chiaro contro i disfattisti

Misure per la crescita impopolari (o incomprese) meritano convinzione

Parlar chiaro contro i disfattisti

Foto Pixabay

Dopo i miglioramenti del pil anche la fiducia dei consumatori e delle imprese italiane cresce: la percezione, che è sempre in ritardo sui dati, comincia a risentire del clima economico favorevole. Questo accade dopo un anno funestato da episodi sismici e a pochi mesi da una scadenza elettorale la cui unica certezza è l’incertezza, circostanze che di norma avrebbero un effetto depressivo sulla fiducia, e ciò rende ancor più significativo il dato Istat. Questo relativo ottimismo si trasformerà in maggiori consensi per chi ha governato e governa? Non sempre buoni risultati economici preludono a successi elettorali.

 

L’Amministrazione Clinton aveva superato bene la crisi economica ma è stata sconfitta nel voto dalla protesta sfruttata dalla demagogia di Trump. In Italia la crescita viene letta in modo ambivalente, a chi la attribuisce a meriti dell’esecutivo si contrappone chi la considera un effetto del traino internazionale. Per la verità ci sono state riforme, dal collegamento automatico tra età pensionabile e andamento demografico, adottato da Elsa Fornero e mantenuto dai governi successivi, e l’abolizione del reintegro automatico dei licenziati per giusta causa nel Jobs Act.

 

Queste riforme, però, oltre a fornire argomenti polemici alle opposizioni “populiste”, sono considerate un errore o perfino una colpa dalla sinistra interna ed esterna alla maggioranza e al Pd. In Brasile Temer vuole privatizzare asset pubblici per 14 miliardi di dollari ma ha consensi bassissimi, al 5 per cento. In Francia Macron sta per avallare la riforma del Lavoro che era nel suo programma e cala in popolarità. L’impopolarità a volte è il segnale che si fanno politiche per la crescita e, in prospettiva, per migliorare le condizioni sociali generali. Per convincere bisogna in primo luogo essere convinti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi