Anche Moody's promuove l'Italia. Il pil cresce di più del previsto

L’agenzia di rating conferma la ripresa congiunturale italiana, in un’Europa più veloce degli Stati Uniti

Anche Moody's promuove l'Italia. Il pil cresce di più del previsto

foto LaPresse

L'Italia va meglio delle previsioni e così le stime continuano a essere riviste al rialzo. L'ultima è quella di Moody's che prevede un ulteriore miglioramento della crescita del pil per il 2017 e per il 2018, in un contesto in cui l’agenzia di racing americana ha migliorato le previsioni per le maggiori economie dell’Unione europea e tagliato quelle per gli Stati Uniti.

 

Secondo il Global macroeconomic outlook di Moody's il nostro paese segnerà un più 1,3 per cento per questo e per il prossimo anno contro lo 0,8 e l'1 per cento stimati precedentemente. Il Fondo monetario internazionale prevede una crescita dell’1,3 per il 2017 e dell’1 per cento per il 2018, stime riviste al rialzo anche in questo caso.

 

Miglioramenti che accomunano tutta l'Eurozona. Secondo Moody's "gli indicatori suggeriscono un’accelerazione della crescita per il resto dell’anno e l’indice di fiducia dei consumatori ai massimi da 16 anni fa ben sperare per una ripresa dei consumi". Un andamento che permetterà all'Europa di crescere del 2,1 per cento nel 2017 e dell’1,9 per cento nel 2018 (dopo una espansione dell’1,7 per cento nel 2016).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi