Valide ragioni per cambiare prospettiva sull'industria al sud

La crescita della produzione manifatturiera è maggiore delle altre macro-aree grazie alle grandi imprese

Valide ragioni per cambiare prospettiva sull'industria al sud

Lo stabilimento Fca di Melfi

Come hanno attestato le ultime stime dell’Istat, ma anche il recente check-up del Mezzogiorno di Confindustria e l’istituto Studi e Ricerche per il Mezzogiorno del Banco Napoli – seguiti negli ultimi giorni dalla Svimez – nel 2016 e per il secondo anno consecutivo il pil dell’Italia meridionale è cresciuto dello 0,9 per cento, sostanzialmente in linea con quello del paese, superando però il nord-ovest, fermatosi allo 0,8, e il centro Italia attestatosi allo 0,7, mentre il nord-est ha registrato un...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi