Idee per cambiare l'Italia

Contro l’Italia dell’assistenzialismo e del suicidio di cittadinanza ci sono due grandi progetti da sostenere. Primo: la flat tax (viva Panebianco). Secondo: la zero tax, niente tasse per i giovani assunti. Proposta per una battaglia giusta

Idee per cambiare l'Italia

Foto LaPresse

In un bellissimo editoriale pubblicato ieri sul Corriere della Sera, il professor Angelo Panebianco ha messo a tema un argomento importante destinato a essere uno spartiacque nell’ambito della prossima campagna elettorale: la flat tax. La proposta di cui parla Angelo Panebianco è stata formulata dai nostri amici dell’Istituto Bruno Leoni ed è una proposta seria che, come scritto giustamente ieri dal Corriere, “darebbe una frustata così vigorosa alla nostra economia da farla ripartire al galoppo, dopo decenni di alternanza fra...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    23 Luglio 2017 - 17:05

    Anche se naturalmente non viene citata, gran parte del merito del rinnovato interesse verso la flat tax è della Lega (la quale è lontana anni luce dal reddito di cittadinanza grillino): certo non ne può vantare la primogenitura, certo l'aliquota del 15% che propone è elettoralistica (e penso per ora insostenibile), ma è importante che abbia contribuito al suo rilancio quando non ne parlava nessuno. Inoltre senza la Lega, stando agli attuali sondaggi, non c'è alcuna possibilità che la flat tax, con qualunque aliquota, diventi legge nella prossima legislatura (e credo neanche in questa). Comunque non farei molto affidamento sulla reale volontà del PD di introdurla: il richiamo della foresta pseudo redistributiva del reddito è sempre in esso molto forte, e alle prime votazioni a scrutinio segreto potrebbe finire come per la legge elettorale, cioè a schifìo.

    Report

    Rispondi

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    22 Luglio 2017 - 16:04

    Anche se naturalmente non viene citata, gran parte del merito del rinnovato interesse verso la flat tax è della Lega (la quale è lontana anni luce dal reddito di cittadinanza grillino): certo non ne può vantare la primogenitura, certo l'aliquota del 15% che propone è elettoralistica (e penso per ora insostenibile), ma è importante che abbia contribuito al suo rilancio quando non ne parlava nessuno. Inoltre senza la Lega, stando agli attuali sondaggi, non c'è alcuna possibilità che la flat tax, con qualunque aliquota, diventi legge nella prossima legislatura (e credo neanche in questa). Comunque non farei molto affidamento sulla reale volontà del PD di introdurla: il richiamo della foresta pseudo redistributiva del reddito è sempre in esso molto forte, e alle prime votazioni a scrutinio segreto potrebbe finire come per la legge elettorale, cioè a schifìo.

    Report

    Rispondi

Servizi