Furia cieca contro il Ceta

Niente è più sciocco dell’opposizione a un accordo commerciale da parte di un paese esportatore come l’Italia. Il deal Europa-Canada non parla di lenticchie ma di macchinari, automobili, navi, mobili. Cioè di Made in Italy

Furia cieca contro il Ceta
C’è qualcosa di più insensato dell’opposizione a un trattato di libero scambio da parte di un paese esportatore? Probabilmente farlo in nome della difesa del made in Italy. Che è proprio ciò che sta accadendo nel nostro paese. Il 25 luglio il Senato dovrebbe approvate il Ceta (Comprehensive Economic and Trade Agreement), il trattato commerciale tra Unione europea e Canada, e dovrebbe farlo con la maggioranza trasversale che si è già espressa favorevolmente nella commissione Affari esteri: Pd, centristi e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • mristoratore

    07 Luglio 2017 - 12:12

    proprio sulle "battaglie culturali" l'Italia è perdente: un paese di ignorantoni saccenti

    Report

    Rispondi

Servizi