Rischio Alitalia

Fiumi di dipendenti spingono per il fallimento della compagnia aerea. Lo stato non farà da salvagente: “È un suicidio di massa”

Rischio Alitalia

(foto LaPresse)

Roma. Dopo anni di cattiva gestione, la fase finale dell’Operazione tracollo di Alitalia l’hanno decisa i dipendenti della compagnia aerea. I sindacati affermano che la proposta di riduzione del personale e dei costi necessaria affinché i soci e i creditori continuino a finanziare l’azienda in costante crisi di liquidità è stata respinta. Ma il governo stavolta non intende offrire soccorso con denaro pubblico. Alitalia sembra dunque diretta verso un commissariamento dalle conseguenze imprevedibili per il trasporto aereo nazionale. I 12.500 lavoratori...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    24 Aprile 2017 - 23:11

    Occasione ghiottissima per il grillame! Possono comprarsi con soldi dei contribuenti anche i voti Alitalia dopo quelli delle municipalizzate romane. Tanto quale italiano fa caso a due milioni al giorno di perdita, quando il problema è qualche mille euro al mese di vitalizi presunti?

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    24 Aprile 2017 - 22:10

    Come si distrugge una compagnia di bandiera. I dipendenti che hanno votato no evidentemente sperano in salvataggi di stato, ma dubito che arriveranno. Votare contro significa non aver capito la gravità della situazione. Meglio una retribuzione con l'8 per cento in meno che non aver più lavoro.

    Report

    Rispondi

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    24 Aprile 2017 - 21:09

    Che l'ITALIA, portaerei naturale del Mediterraneo, non possa nemmeno avere una Compagnia Italiana è PATETICO. La responsabilità è ESCLUSIVAMENTE DEI SINDACATI (ESCLUSIVAMENTE) - sono buoni solo a rubar soldi dalle buste paga. SONO LA PEGGIORE DELLE CASTE. Che si vegognino, sono la vergogna d'Italia. Altro che Europa e Merkel ! Il problema lo abbiamo sotto il nostro naso! In casa!!!

    Report

    Rispondi

Servizi