Per i pmi, i danni provocati dal terremoto sono ingenti, ancora non ci sono ancora stime certe

Roma, 3 nov. (Labitalia) - "In questo momento non possiamo dare una stima complessiva dei danni subiti dalle pmi in tutte le Marche. Di certo i danni sono stati ingenti, anche molto al di là del cratere, e hanno colpito in particolare le aziende dell'agricoltura e dell'agroalimentare, e della zootecnia. Stiamo facendo uno dettagliato e speriamo di terminarlo per la prossima settimana". Così, con Labitalia, Gino Sabatini, presidente di Cna Marche, fa il punto sulla conta dei danni subiti dalle imprese artigiane nella regione colpita dal terremoto.

Per i pmi, i danni provocati dal terremoto sono ingenti, ancora non ci sono ancora stime certe

Roma, 3 nov. (Labitalia) - "In questo momento non possiamo dare una stima complessiva dei danni subiti dalle pmi in tutte le Marche. Di certo i danni sono stati ingenti, anche molto al di là del cratere, e hanno colpito in particolare le aziende dell'agricoltura e dell'agroalimentare, e della zootecnia. Stiamo facendo uno dettagliato e speriamo di terminarlo per la prossima settimana". Così, con Labitalia, Gino Sabatini, presidente di Cna Marche, fa il punto sulla conta dei danni subiti dalle imprese artigiane nella regione colpita dal terremoto.

 

Quel che è certo, sottolinea Sabatini, "è che il cratere si è allargato tantissimo rispetto al sisma del 24 agosto e questo andrà valutato nel prossimo decreto del governo. Sono state toccate duramente molte imprese in luoghi molto lontani dal cratere".

 

Per questo motivo Sabatini plaude alla richiesta di Cgil, Cisl e Uil di estendere la cig anche ai lavoratori artigiani. "Ma la cosa importante dovrà essere l'attenzione alla burocrazia. Nel precedente decreto c'era troppa burocrazia, serve semplificare. Molti interventi non si sono potuti fare per questo motivo e le conseguenze si sono viste con le scosse della settimana scorsa".

 

E sulla ricostruzione "si deve far sì che la procedura sia più snella, anche se nella trasparenza e nella legalità, e che gli interventi siano realizzati in particolare dalle imprese del territorio che conoscono il modo in cui le strutture sono state costruite".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi