Secondo l'Istat prosegue la fase di debolezza dell'attività economica

A settembre, il clima di fiducia dei consumatori ha segnato la seconda flessione consecutiva, mentre le aspettative delle imprese sono risultate in miglioramento, attestandosi tuttavia sui livelli dello scorso giugno.
Secondo l'Istat prosegue la fase di debolezza dell'attività economica

Melfi, gli stabilimenti FCA (foto laPresse)

Per l’Istat i dati più recenti sull'economia italiana delineano "uno scenario di persistente debolezza dei livelli di attività economica". L’istituto di statistica, nella nota mensile sull'andamento dell'economia italiana, segnala che "a settembre, il clima di fiducia dei consumatori ha segnato la seconda flessione consecutiva, mentre le aspettative delle imprese sono risultate in miglioramento, attestandosi tuttavia sui livelli dello scorso giugno”. A luglio, l'attività produttiva del settore industriale (al netto delle costruzioni) ha registrato un incremento dello 0,4 per cento che ha interessato tutti i comparti. Nella media del trimestre maggio-luglio 2016, tuttavia, la produzione è diminuita dello 0,5 per cento in termini congiunturali.

 

A settembre l'indice del clima di fiducia delle imprese manifatturiere ha segnato un incremento a seguito del miglioramento dei giudizi sugli ordini e di un lieve peggioramento delle attese di produzione, prosegue l'Istat. Continuano poi la fase di rallentamento del commercio estero e, a livello internazionale, la decelerazione degli scambi mondiali e il rallentamento dell'attività economica nell'area euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi